Caricamento

Rappresentazione grafica di modelli sul piano cartesiano

Trascrizione del video

La tabella seguente contiene i primi cinque termini della Sequenza A. Genera la Sequenza B seguendo questa regola: per ogni termine della Sequenza A... ci danno qui i termini della Sequenza A moltiplica il termine per 3 e aggiungi 1 per avere il termine corrispondente della Sequenza B. Poi rappresenta graficamente le coppie di termini corrispondenti. Ogni termine della Sequenza A, dobbiamo moltiplicarlo per 3 e aggiungere 1. Se moltiplichiamo 0 per 3 otteniamo 0, aggiungi 1 e ottieni 1. Moltiplichi 1 per 3, ottieni 3, aggiungi 1 e ottieni 4. 2 per 3 fa 6, più 1 fa 7. 3 per 3 fa 9, più 1 fa 10. Ricorda, stiamo semplicemente moltiplicando per 3 e aggiungendo 1. 4 per 3 fa 12, più 1 fa 13. Questi sono i termini corrispondenti per la Sequenza B. Poi ci chiedono di rappresentarli graficamente allora proviamo a rappresentare questi punti. Quando la Sequenza A è 0, la Sequenza B è 1. Quindi la Sequenza A uguale a 0... il nostro asse orizzontale è la Sequenza A. La Sequenza B è il valore del nostro asse verticale. La Sequenza B è 1. Quando la Sequenza A è 1, la Sequenza B è 4, quindi (1,4). Quando la Sequenza A è 1, la Sequenza B è 4. La Sequenza B è sull'asse verticale. Quando la Sequenza A è 2, la Sequenza B è 7: (2,7) Quando la Sequenza A è 3, la Sequenza B è 10, quindi (3,10). 3 nella direzione orizzontale è il valore della Sequenza A, il valore della Sequenza B è 10. E infine, quando la Sequenza A è 4, la Sequenza B è 13. Guardiamo le sequenze. Vediamo che la Sequenza A aumenta di 1 ogni volta. Mentre la Sequenza B aumenta di... La Sequenza A parte da 0 e aumenta di 1. La Sequenza B parte da 1 e aumenta di 3, e ha senso. Ha senso che inizia da 1 perché tutti questi li moltiplichi per 3 e aggiungi 1. Inizi da 1, e il fatto che stai moltiplicando per 3 è questo che rende la distanza tra questi punti uguale a 3. Controlliamo la nostra risposta e assicuriamoci di aver risposto bene... sì.